Il narcisista patologico e le scimmie volanti

Social Media
Articoli recenti
Iscriviti alla news letter

Registrati per essere aggiornato su tutte le mie pubblicazioni

Le conseguenze di una relazione con un narcisista possono essere davvero negative. Hai avuto una storia d’amore turbolenta e sei reduce da una vera e propria manipolazione emotiva? Devi fare attenzione al fenomeno dell’isolamento sociale perché rischi di avere un livello di autostima troppo basso. Probabilmente adesso percepisci la tua inadeguatezza e pensi che gli altri non possano comprendere in alcun modo i tuoi sentimenti. Anch’io mi sono sentita sbagliata e inizialmente è difficile trovare qualcuno con cui parlarne. L’esperienza diretta di chi è stato coinvolto in queste situazioni è un valido alleato per farti trovare la forza di reagire.

Una delle caratteristiche principali di questa condizione è la perdita delle amicizie vere, che spesso vengono sostituite con la frequentazione delle cosiddette scimmie volanti, ovvero i fiancheggiatori del manipolatore stesso. In questo articolo scopriremo come difendersi da un narcisista patologico e dai collaboratori consapevoli o inconsapevoli che lo circondano. Ti parlerò anche della mia vicenda perché è importante confrontarsi con le storie vere per capire al volo quando è il momento di fare no contact, bloccando i profili social e tagliando i ponti con tutti coloro che ti fanno male a livello sentimentale.

La prima fase: love bombing

Quando ho conosciuto il narcisista patologico è stato un momento magico: ero al settimo cielo, andava tutto benissimo e mi sembrava di vivere un sogno. Si era creata una sintonia totale che non avevo mai sperimentato, come se fossi stata baciata dalla fortuna.

La relazione che stai vivendo è troppo bella per essere vera?

L’approccio di un narcisista in amore è costellato da gentilezza, ascolto, empatia. Eppure l’individuo non è sincero e non ha alcuno spirito altruistico. Ascolta ogni cosa perché archivia tutto nella memoria: vuole sapere quali sono state le tue delusioni con l’ex, fornisce alle tue perplessità la risposta esatta che vorresti ricevere, capta le informazioni e ti imita letteralmente. Replicare il tuo modo di essere è una strategia per conquistare la tua fiducia. Apparentemente è la proiezione di te. Il meccanismo di mirroring è necessario per farti innamorare perdutamente. Avrai una naturale predisposizione ad aprirti e le confessioni verranno poi usate contro di te, che tuttavia non dubiti minimamente di quella corrispondenza idilliaca che è appena nata.

Nella fase di love bombing il mio principe azzurro insisteva con promesse di matrimonio, parlandomi dell’amore per la famiglia e per i bambini, facendo leva sulla posizione lavorativa per ribadire la sua credibilità. Era una persona carismatica, faceva molti regali e mi riempiva di sorprese per farmi felice. Era convincente e sosteneva di amarmi alla follia. Indossava una maschera ma io non lo sapevo perché quando incontri un narcisista non te ne accorgi quasi mai.

Le vittime del narcisismo

Si potrebbe dire che la prima vittima del narcisismo è proprio il narcisista. Se anche tu ti riconosci in questa descrizione, rivolgiti a una figura esperta per uscire da questa condizione che ti colpisce e che danneggia coloro che ti stanno vicino. Prenota subito una one to one e fatti aiutare da me. Con professionalità e discrezione potrò indirizzarti verso un percorso risolutivo. La testimonianza di un narcisista può essere preziosa da ascoltare e ammettere le proprie debolezze è il primo passo per superarle.

Mi rivolgo anche e soprattutto alle vittime del narcisista, con un supporto completo che verte sulle competenze acquisite e sulla mia esperienza personale, che ho assimilato come una lezione di vita molto significativa.

La vittima primaria del narcisista è il partner ma potrebbe essere anche un genitore, un fratello, un figlio o addirittura un conoscente. Una dote innata del narcisista è la capacità di scegliere chi manipolare. Riesce a comprendere quali sono i soggetti più vulnerabili e esordisce con la sua narrazione, presentando la propria versione come l’unica verità plausibile. Costruisce una serie di collegamenti logici e toglie qualsiasi possibilità alle vittime di muoversi autonomamente per smentire quel complesso sistema di bugie che ha architettato.

Gli amici del narcisista

Un ostacolo quasi insormontabile per le vittime dei narcisisti è la solitudine. Non importa se hai un gruppo numeroso di colleghi, compagni di scuola, parenti e persone che frequenti con regolarità. Con un metodo scientifico quasi maniacale il narcisista patologico mantiene un atteggiamento cordiale e, anche quando le cose si mettono male, appare nelle vesti di vittima degli eventi. Nessuno deve capire quanto è manipolativo e addirittura crudele. Non ha amici perché vede tutti come oggetti ma sa quanto sarà determinante nel futuro prossimo mantenere i rapporti sociali. Alcune di queste amicizie strumentali saranno indispensabili per portare avanti il piano di svalutazione e isolamento della vittima del narcisista. Per arrivare ai propri obiettivi ha bisogno di aiutanti e gli amici del narcisista si suddividono in 3 categorie:

  • inconsapevoli
  • consapevoli
  • scimmie volanti

Fortunatamente la maggior parte delle persone non sa che sta aiutando il narcisista. Anche la vittima primaria, inconsapevolmente, favorisce la svalutazione di se stessa coadiuvando il narcisista manipolatore. Spesso le persone sono tendenzialmente superficiali e si lasciano ingannare dalla facciata, non rendendosi conto della sua vera natura. Gli amici consapevoli del narcisista, invece, sono affascinati dalla maschera che indossa, lo ammirano e lo riconoscono come un modello da seguire.

Dal Mago di Oz arriva un’immagine che fornisce la descrizione esatta degli amici del narcisista, ovvero di coloro che sono parte attiva della svalutazione della vittima: le scimmie volanti. La persona che subisce le condotte narcisiste del proprio partner in molti casi arriva a mettere in dubbio le proprie convinzioni e si confida proprio con questi falsi amici, che purtroppo sono complici del narcisista.

Come difendersi dalle scimmie volanti?

Non mollare i tuoi amici veri. Anch’io ho smesso di frequentare le persone a cui tenevo di più. Il mio partner si mostrava annoiato ogni volta che uscivamo insieme alle mie conoscenze dirette. Sminuiva queste serate e si inventava sempre impegni più importanti, come se i suoi amici e la sua vita fossero migliori e meritevoli di maggiore attenzione. La conseguenza di questo atteggiamento è che non esci più con i tuoi amici e frequenti solo i suoi amici, che talvolta sono proprio le scimmie volanti del narcisista. Ti posizioni in un rapporto 2 contro 1 e ti senti sempre dalla parte sbagliata. Trovano invece conferma i suoi pensieri, le sue convinzioni distorte e riesce a rendere perfino pubblico il suo disappunto nei tuoi confronti. Magari ti denigra proprio nei momenti più delicati, quando siete insieme a tanta gente, per un matrimonio, una cena, una ricorrenza familiare.

La ciclicità narcisistica

Ho definito la degenerazione narcisistica come una sorta di spirale. Avrei preso come esempio la figura del cerchio ma in realtà non è una ruota che si chiude. Lo sviluppo della manipolazione emotiva ha un andamento che torna quasi allo stesso punto di partenza ma è sempre peggio. La spirale rappresenta perfettamente questo eterno circolo vizioso, che tuttavia precipita verso il baratro. Ecco quali sono i passaggi ciclici a cui andrai incontro mentre aumenterà il livello di narcisismo del tuo partner:

  1. Love bombing
  2. Devaluation
  3. Discard

Abbiamo già parlato del periodo iniziale inerente al love bombing, con un romanticismo fuori dal normale e con l’impressione di aver trovato la persona giusta per te. Fioccheranno frasi poetiche e gesti affettuosi ma sarà solo una luna di miele illusoria. Il narcisismo patologico si esprime poi con la svalutazione dell’altro, ridotto a un ruolo marginale e servile. Ovviamente ti ribellerai a tale condizione discriminatoria ma non ci sarà alcuna assunzione di responsabilità, con i litigi che non porteranno da nessuna parte, rendendo impossibile trovare un punto d’incontro.

L’unica alternativa che resterà al narcisista è lo scarto, la rottura drastica, effettuata in maniera pressoché sprezzante, all’improvviso, scegliendo scientificamente l’attimo in cui il partner è più fragile. Successivamente potrà tornare alla carica con il love bombing, in una spirale che non lascia alcuna speranza di miglioramento e che va inesorabilmente verso la degenerazione totale. Solo il no contact è la soluzione ai tuoi guai sentimentali.

Non è facile spezzare il loop nella relazione con un narcisista patologico, perciò ti propongo un aiuto prezioso. Parlami della tua storia e troveremo insieme una via d’uscita per ripartire e vivere serenamente.

Francesca Donzelli
Francesca Donzelli

Sono una Coach umanista.

Ciò significa che il mio metodo si incentra sullo sviluppo di tutte quelle potenzialità e quei valori unici di ogni individuo al fine di usarli come trampolino e come leva per superare ogni ostacolo e raggiungere ogni obbiettivo!

Prenota la tua sessione